Schelling e street art

Lettori e futuri artisti di oggi e di domani parliamo della street art. Attraverso l’idealismo estetico teorizzato da uno dei più grandi filosofi del Romanticismo tedesco Friederich Schelling.

Un opera di Banksy

La Street Art è la forma più concreta e assoluta di arte contemporanea presente oggi perchè riesce a cogliere e a comunicare facilmente qualcosa di consapevole e pensato ma che nella creatività è inconsapevole che dà uno scopo,un ordine alla riqualificazione (che parole) di ambienti urbani come i quartieri popolari ,casa tua,la metro.Con riferimenti anche politici o culturali gli street artist possono essere le vittime di ripercussioni legali come finire al gabbio(il carcere) oppure come accadde nel 1973 a seguito del colpo di stato in cile da parte del generale Pinochet alcuni di loro vennero perseguiti,torturati e assassinati .Il lavoro dello street artist in termini schelliani lo scopo è trovare nello spirito (lo spray) nella natura (i muri) o di qualsasi materiale sia composta la superfice.Ovviamente il principio spirituale (immanente) è espressione del’assoluto ovvero ciò che si cerca all’interno della natura o viceversa esempio: lo spray spruzzato sul muro disegna una forma evidenziando una tecnica utilizzata che non basta a definire il risultato(l’opera d’arte).Per ottenere il risultato è dato da due variabili (inconsapevoli) l’ispirazione e la creatività che una volta manifestatesi nel proprio stile portano a creazioni anche se sconosciute sono incredibili.

Bob Dylan

La nostra società potrebbe cambiare radicalmente se si dà all’arte la possibilità di interpretare i valori della storia vedendoli raffigurati quotidinamente nella moltitudine di palazzi e di alcune strutture pubbliche come ponti,stazioni ferroviare,tombini,edifici abbandonati oltre che ai muri.L’arte diventa un fondamento fondamentale al pari della scienza e della filosofia per costruire una società in cui tutti possono apprezzarne il buongusto che come ci ricorda hayao miyazaky nel celebre film Si Alza il Vento.

Il Filosofo Contemporaneo

Il buongusto anticipa le epoche poi la tecnologia fa il resto

Conte Caproni from The Wind Risess,Si Alza il Vento 2013 Hayao Miyazaky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

Fumetto Magazine

Graphic novel, Fumetto seriale, Bande dessinèe, Historieta.

Mind in Evolution

Mente Corpo Coaching Fitoterapia

Wandering Italia 2018

Traversata a piedi delle Alpi e Appennini

Il blog di Lucrezia Ercoli

Ci sono più cose in cielo e in terra di quante ne sogni la filosofia

SONO COSE SERIE

Serie tv, fumetti e oltre: tutto ciò che è seriale

Filosofia e nuovi sentieri

«Mi rappresento il vasto recinto delle scienze come una grande estensione di terreno disseminato di luoghi oscuri e illuminati. Lo scopo delle nostre fatiche deve essere quello di estendere i confini dei luoghi illuminati, oppure di moltiplicare sul terreno i centri di luce. L’un compito è proprio del genio che crea, l’altro della perspicacia che perfeziona» Denis Diderot

bibliofilosofiamilano

Blog della Biblioteca di Filosofia, Università degli studi di Milano

Per un pugno di film

I film vanno visti tutti, non tutti meritano di essere visti...

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitré

Chest of Tales

The core of all life is a limitless chest of tales

BLACK BEEMOT

RACCONTI DALLO SPAZIO PROFONDO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: